• Telefono
    055-633007
  • Emergenze
    347-3952003
    • 01 DIC 07
    • 4

    Sterilizzazione

    Per sterilizzazione si intende l’asportazione chirurgica delle ovaie (ovariectomia) o delle ovaie insieme all’utero (ovarioisterectomia). La sterilizzazione è una prassi fortemente consigliata nei nostri animali da affezione in quanto presenta numerosi vantaggi, primo fra tutti quello di evitare i disagi del calore (perdite di sangue, anomalie comportamentali, pseudogravidanze,…) e le gravidanze indesiderate. Inoltre, la sterilizzazione in età prepubere, cioè prima del primo calore, permette di eliminare la fonte ormonale e prevenire quasi totalmente (99.5%) l’insorgenza di tumori mammari; se si interviene dopo il primo calore la percentuale si riduce al 92% circa. L’ovariectomia/ovarioisterectomia nella maggior parte dei casi riduce il rischio di patologie uterine caratterizzate dall’accumulo di materiale liquido (idrometra), mucoso (mucometra) o purulento (piometra). In ultimo, l’asportazione delle ovaie ne impedisce un’eventuale trasformazione neoplastica.

    Vale la pena citare anche gli inconvenienti: la sterilizzazione è irreversibile, trattandosi di un intervento chirurgico ha comunque dei rischi anestesiologici e operatori, può indurre incontinenza urinaria e obesità.

    PREPARAZIONE: Nella nostra struttura i pazienti vengono portati la mattina (previo appuntamento telefonico) a digiuno da almeno 12 ore. Viene eseguita una visita anestesiologica al fine di accertarsi delle buone condizioni fisiche (è consigliato inoltre un esame ematobiochimico prima dell’intervento).

    CONSIDERAZIONI ANESTESIOLOGICHE: L’intervento viene eseguito in anestesia generale, effettuiamo solitamente una sedazione (premedicazione) associata ad un antidolorifico nella fase preoperatoria utilizzando diversi tipi di farmaci. Successivamente si procede all’induzione endovenosa e si mantiene con una anestesia gassosa. Sul paziente viene eseguito un monitoraggio costante relativo a vari parametri vitali. Viene riposto particolare attenzione  alla terapia del dolore anche nelle fasi intra e post operatorie.

    INTERVENTO: l’intervento, senza entrare nei dettagli tecnici, consiste in una laparotomia e legatura e asportazione delle ovaie.

    POSTINTERVENTO: il paziente viene dimesso in giornata dopo aver monitorato il risveglio  e  su decisione del medico veterinario.

    Condividi ....Share on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on FacebookEmail this to someone
    Leave a reply →

Lascia una risposta

Cancella la risposta

Photostream

Condividi ....Share on Google+Share on LinkedInTweet about this on TwitterShare on TumblrShare on FacebookEmail this to someone